Ultimo ampliamento della sede

I soci sono ormai 400 e l'ampliamento di pochi anni prima non basta più. Da vecchio saggio torinese, con sei anni di amministrazione parsimoniosa, quasi avara, il Cavaliere Corbelli crea un congruo fondo per un nuovo e definitivo ampliamento e rimodernamento della sede. 

Ancora una volta, il progetto è ad opera di due soci. Si compiono i lavori in tempo record ed a Natale 1964 si inaugura la sede rinnovata. Sono stati ingranditi i saloni, gli spogliatoi, i cantieri per le imbarcazioni, rifatti i servizi e gli impianti, ed è cambiato completamente l'arredamento. Si installa inoltre su due campi da tennis una struttura pressostatica per l'inverno, nasce un locale attrezzato a palestra, e, per desiderio dei soci, si installa la sauna svedese.


La Società ha raggiunto grande prestigio, in questi anni annovera tra i propri soci personaggi di spicco quali Bacigalupo, Rigamonti e Martelli, giocatori del "Grande Torino", chiamati scherzosamente "l' trio Nisa". 
Nel frattempo al settore canottaggio, allenato da Silvio Venesia, si affianca un nuovo settore, la canoa, che persisterà per una ventina d'anni circa, e che porterà alla Società numerosi e prestigiosi risultati di livello nazionale.


Lo statuto ottocentesco prevedeva soltanto soci maschi, ora anche le ragazze vogliono praticare canottaggio. Viene dunque approvata una norma che consente l'associazione alle atlete, successivamente estesa anche alla qualifica di socie effettive. Ed il settore femminile dà il suo importante contributo, portando alla Società risultati di grande prestigio, fra i quali ricordiamo i 4 titoli italiani conquistati fra il 1996 ed il 1999 dalle atlete Blotto, Rasini, Battioli, Alemanni nella disciplina del 4 di coppia.


stellargNel 1970 la Società viene insignita della prestigiosa Stella D'Argento del C.O.N.I. al merito sportivo.


stellaoroNel 1993 viene altresì insignita della Stella D'Oro del C.O.N.I. al merito sportivo.
Verso la metà degli anni '80 Silvio Venesia, dopo quasi 50 anni di gloria spesi alla Caprera, dapprima nella veste di atleta, e successivamente in quella di allenatore della sezione canottaggio, passa il testimone: la conduzione della squadra passa nelle mani di Danilo Francescon.

E così il Caprera continua la sua strada sino ai giorni nostri, sempre in primo piano e senza mai perdere lo smalto ed il prestigio acquisito, con più di 120 anni di storia, successi e gloria alle spalle.

© COPYRIGHT 2018 - SOCIETÀ CANOTTIERI CAPRERA - Corso Moncalieri, 22 - Torino - P. IVA 07440230014