Dal 2000 in poi

Il nuovo secolo si apre con la partecipazione di Marco Giudici alla Coppa delle Nazioni (attuale Campionato del Mondo U23) nella specialità del quattro di coppia pesi leggeri.

Il 2004 è un anno di importanti cambiamenti. Il timone della squadra agonistica passa nelle mani di Vittorio Altobelli, ex-atleta azzurro e precedentemente allenatore presso il Gruppo Sportivo della Forestale.

Nel 2006 Torino ospita la XX Edizione dei Giochi Olimpici Invernali. La fiamma olimpica riscalda il cuore dei torinesi ed anche alla Caprera si respira la magia dell’Evento. La Nazionale Statunitense, infatti, sceglie come sede per le due settimane dei Giochi la Società Bianco-Rossa che sarà conosciuta in città come “Casa U.S.A.” Il team americano, inoltre, provvede alla ristrutturazione di alcuni locali ed al rifacimento della palestra, arricchendola di strumenti e macchinari all’avanguardia.

I frutti del lavoro di Vittorio Altobelli sono evidenti e si concretizzano nel 2008: a Varese Gianluca Sapino e Giulio Gastaldo si aggiudicano il Campionato Italiano Junior nella specialità del due senza, barca con la quale sono anche protagonisti alla Coupe de la Jounesse in Irlanda. Nello stesso anno si veste d’azzurro anche Ciprian Cursaru che a Brandeburgo gareggia sul quattro di coppia ai Mondiali U23, sfiorando l’accesso in finale.

23Nel frattempo giungono anche i primi successi dal settore Adaptive, coltivato da Simona Rasini. Nel 2007 a Sabaudia Luca Piccinino e Giuseppe Catalano vincono il doppio TA, e nel 2008, dopo l’esperienza Paralimpica di Pechino nel Tennis, approda alla Caprera Silvia De Maria, atleta di grande valore che tante gioie regalerà alla Società.

Dal 2009 inizia a portare a casa una striscia positiva di titoli Italiani (3, sino al 2012) ed entra subito a far parte della Squadra Azzurra. Nel 2010 arriva l’esordio Mondiale a Lake Karapiro, in Nuova Zelanda, in doppio con Daniele Stefanoni, grande compagno di barca ed amico dell’Aniene. La coppia termina al quinto posto, piazzamento che replica anche l’anno successivo a Bled, in Slovenia, dove però l’appuntamento, valevole per le qualificazioni ai Giochi Olimpici di Londra, consente di strappare il pass per la partecipazione alle Paralimpiadi.

 

© COPYRIGHT 2018 - SOCIETÀ CANOTTIERI CAPRERA - Corso Moncalieri, 22 - Torino - P. IVA 07440230014