Nasce il Rowing Club Italiano

Sono anni di entusiasmo per lo sport in generale, che poco per volta si va consolidando nelle specialità già esistenti, scoprendone nel frattempo di nuove, di pari passo con il progresso tecnico ed industriale che ha caratterizzato quei frenetici anni.
Lo Sport è protagonista durante l'Esposizione Nazionale inaugurata a Torino nel marzo del 1884: sono 3 milioni i visitatori dei 400.000 metri quadrati di mostra, a cui partecipano 14.200 espositori. Per l'occasione sono stati costruiti la funicolare di Superga ed il Borgo Medioevale con il suo Castello. La folla incuriosita ed attenta alle novità del progresso è affascinata dalle gare sportive.

Canottaggio, ginnastica, ippica, scherma, sono le discipline che richiamano il più vasto e partecipe pubblico. L'esposizione presenta in anteprima il velocipede che arriva dalla Francia, e subito i Torinesi ne rimangono conquistati. Ed ecco, per le prime discipline sportive le prime federazioni nazionali. Tra queste, nel 1888 nasce, proprio a Torino, il Rowing Club Italiano, alla cui fondazione partecipa anche la Caprera; è Presidente il Conte Edoardo Scarampi di Villanova.
Ed è proprio il Rowing Club, sotto la presidenza onoraria di Sua Altezza Reale il Duca d'Aosta, a organizzare, insieme al Municipio di Torino, una serie di Regate Nazionali e Feste Nautiche sul Po, dal 29 giugno al 1° luglio 1889, in cui si distinguono e si fanno onore i campioni del Caprera.

L'anno successivo esce il primo numero de "Lo Sport Nautico", rivista mensile di rowing e di yatching, che pubblica gli atti ufficiali del Rowing Club Italiano.

© COPYRIGHT 2018 - SOCIETÀ CANOTTIERI CAPRERA - Corso Moncalieri, 22 - Torino - P. IVA 07440230014